Blog

PERDERE LE PAROLE

22/03/2022

“Chi sono io? Sono una storia. Impastata di carne ed eterno tra misericordia e poesia, spesso senza parole, il mio Signore Poeta mi getta. Per scendere da quella nave. E perdere le parole. Ma non per questo diventare muti. Anzi, ma non per questo diventare sordi. Anzi, è perdendo le parole che s’imparano quelle degli altri. Sicché, è dalla capacità di ammutolimento che discende la possibilità di diventare poliglotti è perdendo il bisogno di sapere tutto che si schiude il mistero: quello che non si può dire parlando. Quello che non si può dire se non ringraziando.”

 

 

di Antonia Chiara Scardicchio

da Rivoluzione gratitudine poesia e animamundi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.