Blog

Leggi che ti passa di Tina Venturi

07/12/2021

C’è aria di vacanza e la lettura è un miracolo che si rinnova ogni volta.

È come un programma on demand che riprendi come, quando e dove vuoi. Nei libri troviamo ristoro, appagamento, cultura. La lettura arricchisce il nostro linguaggio, stimola la fantasia, ci fa vivere in dimensioni parallele, come sogni nei sogni. E non fa rumore. 

Are you sure That we are awake? It seems to me That yet we sleep, we dream. 

Vi par proprio che noi siam desti? Sembra a me che ancora noi dormiamo, sogniamo. 

Leggere riviste, giornali, notizie online può essere utile. Ma spesso questi mezzi contengono informazioni, «non ci forniscono una cultura. […] dobbiamo tener cari, e scegliere con cura libri sostanziosi per contenuto e per forma; libri sia antichi sia moderni, ricchi di idee e di concetti, e tali che la loro ben ponderata lettura ci liberi dai vizi di lingua e ci abitui a esprimere con precisione, con chiarezza, con correttezza le idee nostre, tanto nel parlare quanto nello scrivere». 

In Italia i divoratori seriali di libri sono solo tre milioni, ma fedelissimi. Dormono poco, dedicano il loro tempo libero alla lettura, si scambiano idee, s’inventano giochi per condividere parole, titoli, trame, impressioni; si rendono disponibili come volontari per letture pubbliche e sono desiderosi d’imparare nuove tecniche. 

Prendendo spunto dalla loro buona volontà, affronta una lettura tutte le volte che puoi. Se sei troppo stanco forse non vale la pena, se c’è troppo caos pure. Per il resto, non ci sono grandi limiti. 

Al mattino presto siamo più riposati e concentrati. C’è chi toglie qualche ora di sonno per dedicarsi al fisico, alla mente e alla spiritualità. 

Le vacanze, le attese negli uffci o dal medico sono momenti propizi. Quanta gente smetterebbe di essere impaziente se avesse qualcosa d’interessante da leggere che la distrae un po’ dalla routine! 

Puoi dedicarti alla lettura anche quando non vai in vacanza tu, ma ci vanno i tuoi amici e ti lasciano le chiavi di casa per dare da bere alle piante e il cibo al gatto. Innaffiatoio o felino da accarezzare in una mano e un buon libro nell’altra, e il tempo vola. L’importante è non cambiare la sabbietta alla pianta e innaffiare il gattino. 

Se dedichi del tempo alla cura di un amico o di un parente malato, quando lui riposa ti puoi fare una bella lettura, ti distrae e non disturba chi dorme. Se la persona che assisti è in grado di ascoltare e le fa piacere, puoi coinvolgerla leggendo brevi racconti o un libro a puntate, un pezzetto alla volta. Sarà un modo per entrambi di passare del tempo edificante. 

Il bagno e il letto come luoghi deputati alla lettura rimangono comunque un must, più della biblioteca. E se il libro non ti piace puoi sempre usarlo come zeppa per quel tavolo zoppicante o, come faceva Pepe Carvalho, il personaggio di Manuel Vázquez Montalbán, per accendere il fuoco del camino. 

Al contrario, se il libro è veramente bello e vuoi condividerlo con qualcuno c’è sempre la possibilità di aderire al book crossing o di lasciare a bar, osterie, enoteche e centri sociali il tuo dono. 

Con dispositivi o su cartaceo, il libro è sempre un ristoro e aiuta a elaborare il pensiero. Occupa poco spazio fisico ma tiene occupato quello mentale. E se è vero che l’ozio è il padre dei vizi… rincorriamo le virtù! 

Tina Venturi vive a Milano ed è attrice, speaker, doppiatrice e scrittrice. Ha partecipato come interprete a film, fiction, sit-com, spettacoli e programmi di teatro e cabaret. È voce di programmi televisivi, radiofonici e spot nazionali, audiolibri, cartoni, videogames… Ha lavorato con Enzo Jannacci, Carlo Conti, Gerry Scotti e molti altri personaggi dello spettacolo. È docente di Lettura ad alta voce e Public speaking per Corsi Corsari in presenza e on line; collabora con la casa editrice Marcos y Marcos come attrice (reading); come formatrice nel progetto per le scuole BookSound, i libri alzano la voce e B3 – Speciale microfono, corso avanzato per lettori esperti e il corso on line L’arte di leggere ad alta voce (microfono e registrazione) per Marcos Academy in presenza e on line; insegna nel Corso di Speaking per Editoria Multimediale (SpEM !) per Accademia09. È una delle formatrici del progetto del Comune di Milano “Patto di Milano per la lettura”; collabora con le scuole per progetti di teatro e lettura ad alta voce per bambini e ragazzi; ha scritto libri, articoli, spettacoli, copioni teatrali e sceneggiature; è editor del Gruppo Alise Editore e docente di corsi di scrittura creativa. I suoi manuali Scrivi la tua voce – Corso di Lettura da alta voce, scrittura creativa e public speaking (Eternity, 2018) e Scrivi la tua voce 2.0, Tecniche avanzate di lettura, uso della voce, scrittura e comunicazione digitale (Alise Editore, 2021) hanno avuto un notevole successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.