Blog

IL GIARDINO DELLA VITA

28/04/2022

« […] Nel mio piccolo giardino semino, in felice attesa della primavera, fagioli e insalata, resede e crescione; li concimo con i resti dei loro predecessori, rivolgo il pensiero a quelli del passato e alle generazioni che verranno. Come tutti accetto questo ordinato ciclo, che dò per assodato e che considero, in fondo, intimamente bello; e solo di tanto in tanto, mentre semino e raccolgo, per qualche istante mi viene fatto di pensare quanto sia strano che fra tutte le creature della terra solo noi esseri umani abbiamo da eccepire su come va il mondo e non siamo soddisfatti dell’immortalità comune a tutte le cose e ne desideriamo una personale, diversa e particolare solo per noi.»

 

da In giardino di Hermann Hesse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.