Blog

Dire, Fare di Octavio Irineo Paz Lozano

27/10/2020

Il saper dire della poesia…

 

Tra ciò che vedo e dico,

tra ciò che dico e taccio,

tra ciò che taccio e sogno,

tra ciò che sogno e scordo,

la poesia.

Scivola

tra il sì e il no:

dice

ciò che taccio,

tace

ciò che dico,

sogna

ciò che scordo.

Non è un dire:

è un fare.

È un fare

che è un dire.

La poesia

si dice e si ode:

è reale.

E appena dico

è reale,

si dissipa.

È più reale, così?

II.

Idea palpabile,

parola

impalpabile:

la poesia

va e viene

tra ciò che è

e ciò che non è.

Tesse riflessi

e li stesse.

La poesia

semina occhi nella pagina,

semina parole negli occhi.

Gli occhi parlano,

le parole guardano,

gli sguardi pensano.

Udire

i pensieri,

vedere ciò che diciamo,

toccare

il corpo dell’idea.

Gli occhi

si chiudono,

le parole si aprono.

di Octavio Irineo Paz Lozano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.